Masterclass con Serena Sinigaglia

 

Le master class promosse dall’Accademia Mediterranea dell’Attore rappresentano delle occasioni di perfezionamento professionale rivolte non solo ad allievi attori e attrici iscritti al corso triennale ma anche ad attori e attrici che hanno già alle spalle esperienze formative consolidate. Invitiamo a guidare le master class attori e attrici, registi, artisti provenienti da altre scuole e accademie teatrali italiane ed estere e che possono offrire e approfondire insieme ai partecipanti un particolare tema o metodo di lavoro nell’ambito delle arti performative, nell’arco di una settimana per 30 ore.

Sinora hanno guidato le master class i seguenti docenti: Chiara Guidi, Marcello Sambati, Arturo Cirillo, Daniela Gambaro, Sonia Antinori, Gabriele Vacis, Alexandar Popovski, Daria Deflorian, Michele Abbondanza, Maria Cassi, Dejan Proikovski, Simona Gonella, Michele Abbondanza, Roberto Castello, Roberto Latini, Sinigaglia, Flavio Albanese, Marco Manchisi, Massimiliano Civica, Roberto Anglisani, Radek Rychcik, Maurizio Braucci, Adrian Paci, Silvia Gribaudi, Robert Mc Neer.

Il programma delle master class per l’anno accademico 2023/2024 verrà comunicato in tempi brevi.

 

INFO

  • 10-15 GIUGNO 2024 DALLE 15:00 ALLE 21: WORKSHOP PER L’ATTORE CREATIVO CON GIANFRANCO BERARDI

    “L’attore è autore” è un corso di formazione per allievi teatrali nel quale, attraverso l’utilizzo di  tecniche attoriali e autoriali si affrontano e analizzano le tre fasi fondamentali del processo teatrale:  la scrittura scenica, la composizione registica e la recitazione. L’obiettivo è infatti quello di scardinare  il luogo comune presente molto spesso nella testa di chi si approccia all’arte teatrale secondo cui ogni  fase della creazione sia scissa dal resto e secondo cui l’attore debba occuparsi soltanto della  recitazione.  

    Il corso proposto dalla compagnia Berardi Casolari prevede invece un lavoro totale sul processo  creativo, che include e cerca di tenere insieme tutte le varie fasi della creazione: dalla parte di  ideazione fino al tentativo di realizzazione della stessa. Il punto di partenza è quello della scrittura e  del testo, che unito all’azione teatrale dà vita a un’immagine e quindi alla scena. In questo caso l’attore  è l’elemento cardine di questo processo creativo, che non può prescindere da nessuna di queste fasi:  dalla scrittura scenica e improvvisazione scrittoria alla scrittura verbale e all’uso del corpo come  improvvisazione coreografica.  

    Il percorso si sviluppa, dunque, attraverso le dinamiche del fare teatro e prende spunto dal percorso  personale di ciascun partecipante: da quello che siamo, dalla voce e dal corpo che abbiamo, da come  parliamo e ci muoviamo, dai nostri personali vissuti e da ciò che ci colpisce della realtà che ci  circonda. 

    L’obiettivo è lavorare sull’idea che diviene materiale scenico: su come una parola, una sensazione o  un’esperienza personale possano essere trasposti sulla scena, facendo perno sulla consapevolezza che  raccontare se stessi può essere il punto di partenza per raccontare il mondo e, al contempo, raccontare  la realtà che ci circonda può divenire il pretesto per raccontarsi e conoscersi meglio.

    Partendo da suggestioni personali e attraverso l’utilizzo di varie tecniche teatrali, si arriverà alla  realizzazione di frammenti scenici (monologhi/dialoghi), considerabili come vero e proprio materiale  utile per la messa in scena. 

  • 17-20 GIUGNO 2024 DALLE 15:00 ALLE 21:00: WORKSHOP DI COMMEDIA DELL’ARTE CON FLAVIO ALBANESE

Lavorare sulle tecniche attoriali e con le maschere della commedia dell’arte è fondamentale non solo per recitare bene un testo come ‘Arlecchino servitore di due padroni’ di Carlo Goldoni ma anche altri testi di stampo psicologico come quelli di Cechov: verso l’interpretazione di entrambi gli autori i partecipanti si eserciteranno guidati da uno degli attori più completi della scena teatrale italiana.
Il linguaggio preciso e la tecnica rigorosa, tipici della commedia dell’arte, mettono nelle condizioni l’attore di esprimersi chiaramente, di trasmettere al pubblico il pensiero del personaggio e anche di improvvisare e giocare in scena senza rischiare di diventare banale o di abbassare il livello del testo recitato.

  • 24-28 GIUGNO 2024 DALLE 15:00 ALLE 21:00: WORKSHOP DI TEATRO FISICO CON PIOTR CHOLODZINSKI
    Il teatro di creazione spesso incorpora una varietà di tecniche e discipline performative, come il teatro fisico, il lavoro basato sul movimento, gli elementi multimediali e la narrazione non lineare.
    Permette un alto grado di creatività e flessibilità, in quanto la performance si evolve organicamente attraverso gli sforzi collaborativi dell’ensemble.
    Il workshop ha l’obiettivo di sviluppare una drammaturgia corporea del movimento dell’attore.
    Durante il workshop gli esercizi fisici verranno adattati al lavoro scenico
    dirigendo e sintonizzando l’energia scenica rispetto al materiale performativo.

Ex Convitto Palmieri, piazzetta di Giosuè Carducci, Lecce 

 

  • 3-7 GIUGNO 2024 DALLE 15:00 ALLE 21:00: WORKSHOP CON BOGDAN RENCZYNSKI
  • 10-15 GIUGNO 2024 DALLE 15:00 ALLE 21:00: WORKSHOP PER L’ATTORE CREATIVO CON GIANFRANCO BERARDI
  • 17-20 GIUGNO 2024 DALLE 15:00 ALLE 21:00: WORKSHOP DI COMMEDIA DELL’ARTE CON FLAVIO ALBANESE
  • 24-28 GIUGNO 2024 DALLE 15:00 ALLE 21:00: WORKSHOP DI TEATRO FISICO CON PIOTR CHOLODZINSKI

Allievi del corso triennale di AMA e 5 partecipanti esterni selezionati

Inviando una lettera motivazionale e il CV all’indirizzo dell’Accademia: info@accademiaama.it

  • 120 euro
  • 80 euro per allievi(corso base, Alza la voce!) ex allievi dell’Accademia